20 personaggi famosi forse affetti da narcisismo – punto 4

Alcuni di voi avranno riscontrato chi è l’uomo nella foto e si staranno probabilmente chiedendo:

“Perché l’autore di questo post non parla del probabile complesso di inferiorità di un personaggio non così brillante come Costantino Vitagliano e tratta invece il suo probabile complesso di superiorità?”.

La sola risposta che posso darvi non scioglierà tutti i vostri dubbi, ma chiarirà comunque alcuni aspetti importanti.

Andiamo però con calma fino al punto finale della questione.

Costantino Vitagliano è un ex tronista della trasmissione tv Uomini e donne condotta da Maria De Filippi su Canale 5 e presente da moltissimi anni in tale rete Mediaset.

Egli si era fidanzato a suo tempo, precisamente nel periodo che va dal 2003 al 2005 (in cui aveva circa 30 anni di età), con un’altra concorrente del programma, cioè l’allora tronista Francesca Pierelli.

Io credo, ma è solo un mio parere personale, che quest’uomo sia stato affetto in quel periodo del suo passato da una forma quasi Narcisistica momentanea lieve.

Sostengo tale idea perché, proprio nel periodo in cui faceva il tronista a Uomini e Donne, Costantino si era montato la testa rovinando tantissimo la sua carriera, pur non toccando totalmente il fondo.

Infatti, Vitagliano al giorno d’oggi lavoricchia ancora abbastanza dignitosamente in televisioni minori, venendo pure pagato qualcosa in più dei novelli conduttori di queste emittenti nazionali secondarie.

Adesso egli ha quindi superato completamente a mio avviso la sua malattia, e quindi secondo me non soffre più di nessun disagio psicologico neanche minimo.

So da alcuni miei personali (e in parte opinabili) riscontri, che Vitagliano stranamente non si è mai abbattuto per la sua incapacità lavorativa come personaggio dello spettacolo.

Credo che l’aspetto estetico non facesse quindi sentire in passato Costantino come il bello senza cervello, e quindi inferiore.

Penso invece che il suo fisico e le sue fattezze lo avessero reso troppo sicuro di sé e sono convinto che questa arroganza non lo abbia giovato.

Quanto appena detto non spiega perché la sua supponenza non si sia trasformata poi in insicurezza e nel non sentirsi a suo agio,  però mostra comunque che non si è mai sentito inferiore.

Questa è la ragione per cui io ho parlato nel presente post del suo probabile narcisismo e non della sua probabile frustrazione.

 

 

 

 

 

 

 

 

Introduzione   Continua a leggere l’articolo:  1  2  3  4  5  6  7  8  9 10  11  12  13  14  15  16  17  18  19  20

Lascia un Commento