9 personaggi famosi affetti d’ansia – punto 3

Laurence Olivier, uno dei più grandi attori del XX Secolo, disse che dopo vent’anni che recitava le opere di Shakespeare saliva sul palco affetto ancora da attacchi di panico.

Egli, nel bel mezzo della frase, si dimenticava la battuta e non riusciva più a concentrarsi.

Lo faceva al punto che, il suo impresario, per risolvere il problema, metteva tutti i suoi amici in prima fila in modo che lui poteva guardarli, riconoscerli, tranquillizzarsi e ricordare il testo.

Si tratta di un caso singolare quanto affascinante di gestione dell’ansia, perché è basato su un metodo non per tutti intuitivo (non sempre riconoscere le persone care aiuta a ricordare in caso di forte tensione!!).

Credo che quello appena descritto sia stato anche un sistema molto originale e mentalmente positivo, intriso pure di una certa dose di ironia e autoironia nel rapporto con gli amici più intimi.

 

 

 

Introduzione      Continua a leggere l’articolo:  1   2   3   4   5   6   7  8  9

Lascia un Commento